Il golf è entrato nelle strade, nelle promenade e nelle piazze, e s’è trovato a casa. Nell’elegante cornice di Merano, altrimenti non poteva essere.

Sabato 15 luglio il centro della città sul Passirio ha ospitato “In City Golf”, manifestazione qui approdata dopo altre tappe, negli anni scorsi, in luoghi d’arte e dalla forte vocazione turistica come Firenze, Verona, Berlino, Vienna, Cortina e Livigno.

72 i giocatori invitati dall’Azienda di Soggiorno che ha organizzato l’evento in collaborazione con l’agenzia Curtes. Tra loro anche volti noti dello sport (il campione del ciclismo Claudio Chiappucci – fra l’altro vincitore di una buca-, la gloria calcistica Beppe Dossena, la star dello sci Peter Fill) e dell’imprenditoria, locale e non solo. Tutti assieme, appassionatamente, per divertirsi e per abbattere gli steccati “logistici” del golf, portandolo a stretto contatto con la gente.

Il pubblico ha dimostrato di apprezzare la proposta, allineandosi lungo il percorso per assistere alle performance che hanno unito scorci architettonici e paesaggistici straordinari (per esempio piazza Terme, il parco Sissi, la Wandelhalle) a esecuzioni originali (era necessaria grande abilità per per scavalcare il Passirio o per centrare l’apertura di una scarpa, per esempio) riuscendo ad attirare grande interesse ed applausi.

Anziché premiare un vincitore generale, “In City Golf” ne premia 18, uno per ogni buca, ciascuna delle quali ha un proprio sponsor. Se l’obiettivo era di portare il golf tra la gente e in mezzo a spettacolari scenografie, è stato centrato. Anche grazie alla “Public Hole” sulla Passeggiata Lungo Passirio presso ponte della Posta, una buca dove in tanti, grandi e piccoli, si sono cimentati in colpi di prova.

golfmerano

 

 

 

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata