Michelangelo Merisi (Milano 1571-Porto Ercole 1610) detto il CARAVAGGIO è considerato il genio della pittura seicentesca.

Definito il mostro della naturalezza, è colui che raffigurava i soggetti su sfondi scuri come unici protagonisti, soggetti tratti da figure popolane e prostitute, creando così, in modo unico e ineguagliabile, la luce e riuscendo a valorizzare le figure che sembra escano improvvisamente dal buio.

Caravaggio nacque a Milano nel mese di settembre 1571, da Lucia Aratori e Fermo Merisi, nativi del paese di Caravaggio ma trasferitisi a Milano probabilmente perché il padre esercitava la professione di magister nelle chiese milanesi. A causa della peste, nel 1577, la famiglia lasciò la città di Milano per tornare al paese d’origine, da lì a poco Caravaggio rimase orfano di padre e decise di tornare nella grande città, dove nel 1584 venne mandato a bottega dal pittore manierista Simone Peterzano. Dopo un soggiorno in terra veneta che gli permise di unire la maniera dei pittori lombardi Savoldo, Moretto e Romanino, allo stile della pittura veneziana di Giorgione, Tiziano e Tintoretto, nel 1592 il giovane artista lascia definitivamente la Lombardia per trasferirsi a Roma. Nella città eterna la sua fama crebbe rapidamente, soprattutto grazie alla protezione del cardinal Francesco Maria Del Monte che, innamorato della sua arte, gli commissionò numerose opere e lo prese al suo servizio. Grazie ai contatti con la nobiltà romana ricevette importanti commissioni tra cui le tre grandi tele con la vita di San Matteo per la cappella Contarelli nella Chiesa di San Luigi dei Francesi, La Crocefissione di San Pietro e la Conversione di San Paolo per Santa Maria del Popolo e la Morte della Vergine per la chiesa di Santa Maria della Scala. Quanto grande era la sua arte tanto grande era la sua irrequietezza, nel 1606 fu condannato alla decapitazione per l’omicidio del suo rivale Ranuccio Tommasoni, ivi si diede alla fuga spostandosi tra Napoli, Malta e la Sicilia, dove continuò a creare meravigliosi capolavori fino alla sua morte avvenuta all’età di 39 anni.

Fanciullo morso da un ramarro 1596-1597 Fond. Studi Storia dell'Arte Firenze Roberto Longhi

Fanciullo morso da un ramarro
1596-1597
Fond. Studi Storia dell’Arte Firenze Roberto Longhi

 

Il 29 settembre al Palazzo Reale di Milano si terrà una mostra dedicata all’artista “Dentro Caravaggio”, un’esposizione di 18 opere, che rappresenterà un’occasione unica per ammirare alcuni suoi grandi capolavori conservati nei più importanti musei del mondo, come la Sacra famiglia con san Giovannino che proviene dal Metropolitan Museum of Art di New York. Un percorso per raccontare la straordinaria produzione del genio ribelle, con una nuova e unica possibilità di lettura, grazie al raffronto tra le opere e la singola analisi diagnostica per ogni dipinto. Gli apparati multimediali delle radiografie permetteranno di far conoscere al grande pubblico la sua particolarissima tecnica esecutiva, scoprire cosa c’è sotto l’ultima stesura del colore, come le tracce di disegni e cancellazioni dovute a ripensamenti dell’artista, oggetto di uno studio approfondito promosso dal MiBACT a partire dal 2009. Un’esposizione che permetterà di fare un passo avanti nella conoscenza della magnificenza artistica del Caravaggio.

 

Michelangelo Merisi (Milan 1571 – Porto Ercole 1610), called CARAVAGGIO, is considered to be the genius of seventeenth-century painting and is defined as the monster of naturalness, who depicted the subjects as only protagonists, which were inspired from plebeian figures and prostitutes. The dark backgrounds created light in a unique and unmatched method, thus enhancing the figures that seem to suddenly emerge from the dark. Caravaggio was born in Milan in September 1571 from Lucia Aratori and Fermo Merisi, native of the village Caravaggio, but moved to Milan, probably because his father practiced the magister profession in the Milanese churches. Due to the plague, in 1577, the family left the city of Milan to return to the town of origin. Soon afterwards, Caravaggio remained fatherless and decided to return to the big city, where in 1584 he became apprentice thanks to Mannerism painter Simone Peterzano. After a stay in Venetian land, during which he combined the style of Lombard painters Savoldo, Moretto and Romanino, with the Venetian paintings style of Giorgione, Tiziano and Tintoretto, in 1592 the young artist definitively left Lombardy to move to Rome. In the eternal city his fame grew rapidly, especially thanks to the protection of Cardinal Francesco Maria Del Monte, who fell in love with his art, commissioned numerous works and hired him. Thanks to his contacts with the Roman nobility, he received important commissions including the three great canvases with the life of St. Matthew for the Contarelli chapel in the Church of San Luigi dei Francesi, The Crucifixion of St. Peter and the Conversion of Saint Paul to Santa Maria del Popolo and the Death of the Virgin for the Church of Santa Maria della Scala. His art was as great as his restlessness. in 1606 he was condemned to beheading for the murder of his rival Ranuccio Tommasoni. He fled to Naples, Malta and Sicily, where he continued to create wonderful masterpieces until his death at the age of 39. An exhibition dedicated to the artist will be held at Palazzo Reale in Milan on September 29th. “Dentro Caravaggio” is the exhibition of 18 works, which will be a unique occasion to admire some of his great masterpieces preserved in the most important museums in the world, such as the Sacra famiglia con san Giovannino, coming from the Metropolitan Museum of Art in New York. It is a journey telling the story of the extraordinary production of the rebellious genius with a new and unique interpretation, thanks to the comparison between the works and the single diagnostic analysis for each painting. The X-ray media equipment will allow the general public to learn about his very special technique, to find out what is under the last layer of color, such as traces of drawings and cancellations due to artist’s changes of mind. The technique has been the object of a thorough study promoted by MiBACT since 2009. The exhibition will enable you to take a step forward in knowing about the artistic magnificence of Caravaggio.

 

by Susanne Capolongo

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata