L’azienda presente in tutto il mondo con la vendita di mobili di ogni tipo e di accessori per la casa che rispondono ad ogni necessità, ha particolarmente a cuore la sostenibilità ambientale.

Evidentemente chi lavora a stretto contatto con il legno, materiale di primissima necessità per la creazione di mobili, si rende effettivamente e concretamente conto di quanta esorbitante mole di questo materiale serva per realizzare oggetti.
E’ anche noto, però, che l’eccessivo sfruttamento delle foreste e il disboscamento massivo e crudele da parte dell’uomo per ottenere la materia prima tra le più richieste per le costruzioni, vada placato.

 

Dai una seconda vita ai tuoi mobili usati Ikea

Pertanto, alla luce di queste constatazioni, Ikea ha avuto la lungimiranza, o forse più semplicemente l’intelligenza, di comprendere quanto fosse importante non sprecare nemmeno un frammento di legno. Quindi, ha deciso di trasformare la propria produzione in un’economia circolare in cui niente va buttato o perduto per sempre, ma viene riutilizzato laddove è possibile, per dargli nuova vita e una nuova possibilità di rinascita…non solo per il mobile stesso, ma anche, di rimado, per l’ambiente.

Ikea si è quindi lanciata in un progetto che allunga il ciclo di vita dei mobili, tramite la vendita di quelli usati.

L’iniziativa si chiama Ikea Family e consiste nel restituire al negozio mobili usati di qualsiasi tipo: provenienti da bagni, cucine, ma anche divani, materassi, poltrone, letti, etc. L’importante è che siano in buone condizioni, ovviamente, e che non siano stati manomessi o modificati in alcun modo. I mobili usati, già di originale provenienza Ikea, dovranno essere riconsegnati puliti e montati; qualora il mobile venisse portato in negozio smontato per chiari motivi di spazio e/o di comodità, in loco Ikea offre uno spazio apposito per rimontarli.

Infine, in cambio dei mobili riconsegnati si riceverà una valutazione del proprio usato, tramite una Family Card (dello stesso valore) da utilizzare per i nuovi acquisti Ikea.

Ikea progetta e crea per noi e per l’ambiente

 

Dalla natura e per i clienti arriva il noleggio dei mobili

Ma non è finita qui, perchè Ikea ha ideato un’altra utilissima opportunità per rispettare l’ambiente e per rispondere alle necessità dei consumatori, soprattutto di quelli che vivono “in movimento”. E allora, proprio per loro, ma anche per alleggerire le spese, Ikea ha lanciato il piano dei mobili in affitto, un’ulteriore occasione per riutilizzare i mobili e dare una seconda vita al prezioso materiale di cui sono composti.

Un po’ come il servizio di leasing delle auto, così funziona anche questo nuovo progetto Ikea che permette, appunto, di noleggiare svariati generi di mobili per un dato periodo di tempo, al termine del quale, poi, il mobile potrà essere acquistato definitivamente oppure restituito. Il tutto senza dover spendere una fortuna. Insomma, l’iniziativa ideale e utilissima per tutti, ma soprattutto per chi cambia spesso casa e di conseguenza l’arredamento, chi viaggia per lavoro, nonché studenti e lavoratori fuori sede.
E con un supporto non da poco alla sostenibilità ambientale.

 

La nuova tenda Ikea che pensa alla nostra salute in ambiente domestico

Agendo per la natura e in funzione della sua salvaguardia, si finisce per ottenere le soluzioni necessarie proprio dall’ambiente stesso.

Ikea progetta e crea per noi e per l’ambiente

E’ il caso dell’ultima arrivata in casa Ikea, la tenda Gunrid, progettata e realizzata allo scopo di purificare l’aria di casa dall’inquinamento domestico.

Questa particolare tenda da interni, realizzata con componenti a base minerale che vengono applicati sulla sua superficie, elimina gli agenti inquinanti e nocivi presenti nell’aria di casa. Ed è in grado di farlo una volta entrata in contatto con la luce, che sia essa naturale oppure una luce artificiale.

Come l’importante ruolo della luce ci suggerisce, la tecnologia della tenda Gunrid funziona seguendo un meccanismo simile a quello della fotosintesi. Ovvero, il processo naturale che le piante utilizzano per trasformare il biossido di carbonio e l’acqua in cibo, sfruttando, appunto, la luce.

E’ sicuramente un’invenzione all’avanguardia la nuova tenda Ikea, oltre ad essere un incentivo molto utile per concentrare l’attenzione sull’ancora poco considerato, e purtroppo sottovalutato, inquinamento indoor. Infatti, lo scarso ricambio d’aria all’interno di un ambiente chiuso, quale è l’abitazione per esempio, può portare alla concentrazione di sostanze dannose per il nostro organismo, che possono addirittura innescare delle nocive patologie.

Ikea progetta e crea per noi e per l’ambiente

Dunque, Ikea prende dall’ambiente per creare, ma ad esso restituisce. Un ciclo di mutevole scambio che aiuta e agevola non solo le spese dei consumatori, ma anche il loro benessere.

Francesca Motta

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata