Edit by Stefania Zilio

Considerato il mezzo storico più conosciuto nella storia, la carrozza ha mantenuto integro il suo fascino nei secoli. Quell’ostentazione di bellezza e potere, lusso che pochi ricchissimi si potevano permettere, ha contribuito ad accrescere l’alone di mistero e ammirazione nell’imo della scala sociale tanto che almeno nell’immaginario comune ancor oggi è un mezzo che molti vorrebbero possedere, ma pochi hanno.  Se sono finiti i tempi in cui uomini in livrea, cocchieri e paggi portavano in passeggio dame o nobili, non è finito lo stupore che lascia oggi al suo passaggio, credo sia lo stesso che i francesi provavano alla vista della carrozza di Luigi XIV o dei nobili nei secoli a venire fino all’Ottocento.

Pensare di sbrigare le faccende quotidiane per le vie di una metropoli su una carrozza sarebbe alquanto bizzarro, ancor più impensabile spedire un pacco con una diligenza, ma c’è chi di carrozze vive e riempie di stelle il sogno di moltissime persone. Il privilegio di salire sopra una carrozza possono averla gli sposi, nel giorno del loro matrimonio, i turisti che sopra un calesse fanno il tour di una città, una famiglia nobile o qualche appassionato, chiamiamole pure gioie per un giorno. Quello che pochi sanno è che dietro una carrozza c’è un mondo che parla di sport e di gare.  Chi ci spiega cosa significa trasformare una passione in un mestiere è un uomo che seguendo le orme del padre, grande amanti dei cavalli, si è innamorato delle carrozze tanto da diventare su piano internazionale il punto di riferimento per modelli e tipologie. Lui è Angelo Bianchi che con sua figlia Laura gestiscono la Bianchi Team a Romagnano Sesia Novara. La loro collezione è un museo di opere d’arte, da quelle d’epoca passando per modelli con altissima tecnologia a quelle da gara.

 

Chi acquista una carrozza oggi e perché lo fa?

La maggior parte delle persone che acquista oggi una carrozza è spinto dallo spirito di gara. Ci sono moltissimi giovani che iniziano da piccoli con quelle che definiamo carrozzine per poi proseguire in questo sport fino da adulti, un pò quello che ho fatto io. Non è più un mercato riservato solo a pochi eletti, la carrozza, soprattutto quella sportiva, è un mezzo che può essere acquistato da chiunque.

 

Quali sono le competizioni che si fanno con le carrozze?

A seconda che a gareggiare siano attacchi singoli, pariglie, tandem o tiri a quattro, esistono differenti tipologie di gare.

Il completo è una gara che comprende tre sezioni: il dressage, la maratona e gli ostacoli. La combinata invece è solo dressage e “coni” come diciamo in gergo. Sono gare molto belle e di grande effetto anche sul pubblico.

 

Quali sono le caratteristiche che i nuovi designer di carrozze devono tener conto?

La stabilità, il molleggio e il comfort per le carrozze da competizione, per quelle tradizionali la struttura che deve essere robusta e il modello che risulti il più verosimile alle carrozze del 1800, solitamente le più richieste.

 

Slitte e bighe di rara bellezza, anche questo settore ha il suo pubblico affezionato.

Certamente, richiamano un numero di appassionati cospicuo, ovvio sono fatte con materiali in lega non sono certo le originali, ma hanno il loro mercato. In Ungheria per esempio c’è una gara di bighe che svolgono ogni anno, molto bella.

Nel nostro paese invece mia figlia Laura guida una biga durante la rievocazione storica della Passione di Gesù portando Ponzio Pilato. La loro collocazione quindi è varia.

 

Principessa per un giorno con Cindarella, addirittura modelli e rifiniture personalizzate, ci sono ancora Cenerentole nel 2017?

Soprattutto nel sud Italia sono molto richieste dalle spose che vogliono sentirsi principesse per un giorno.

 

Siete mai stati contattati da registi per un film d’epoca?

Si, spesso. Film e fiction d’epoca, adattando la carrozza alle esigenze della pellicola, ovviamente.

 

Inglese

Considered the most popular historic vehicle in history, the carriage has maintained its charm throughout the centuries. That suppleness of beauty and power, which few luxuries could afford, contributed to increasing the mystery and admiration of the maxim of the social scale so much so that at least in the common imagination still today is a means that many would like to possess, but few have. If the timing of ladies in coaches, coaches, and couples walking with ladies or noblemen is over, the amazement it leaves today is not over, I think it is the same as the French were looking at the carriage of Louis XIV or noble in the centuries to come until the nineteenth century.

Thinking of settling down daily business in the streets of a metropolis on a carriage would be quite bizarre, it is even more unthinkable to send a parcel with diligence, but there are those who live in carriages and fill the dream of many people with stars. The privilege of climbing over a carriage can have her spouses, on the day of their wedding, tourists who go on a tour of a city, a noble family or some passionate, call them joy for a day. What few people know is that behind a carriage there is a world that speaks of sports and racing. Who explains what it means to transform a passion into a trade is a man who follows the father’s footsteps, great horse lovers, has fallen in love with the carriages so that it becomes internationally the reference point for models and typologies. He is Angelo Bianchi who with his daughter Laura run the Bianchi Team at Romagnano Sesia Novara.

Their collection is a museum of works of art, from vintage to high-tech and race-style models.

 

Who buys a carriage today and why does he do it?

Most people who buy a car today are driven by the spirit of competition. There are a lot of young people who start from small ones with what we call wheelchairs and then continue in this sport until adults, a bit ‘what I did. It is no longer a market reserved for only a few people, the carriage, especially the sport, is a means that can be purchased by anyone.

 

What are the competitions that you make with the carriages?

Depending on how to compete there are single joints, doubles, tandem or four-shot, there are different types of races. The complete is a race that includes three sections: dressage, marathon and obstacles. The combination is just dressage and “cones” as we say in jargon. They are very nice races and have a great impact on the audience as well.

 

What are the features that new carriage designers have to take into account?

The stability, springiness and comfort of the competitive coaches, for the traditional ones, the structure that must be robust and the model that is most likely to be the 1800’s carriages, usually the most sought after.

 

Slitheries and whackers of rare beauty, this sector also has its affectionate audience.

Certainly, they recall a number of big fans, obviously made of alloy materials are certainly not the original, but have their market.

In Hungary, for example, there is a race of horses that play every year, very beautiful. In our country my daughter Laura drives a “biga” during the historical re-enactment of the Passion of Jesus by bringing Pontius Pilate. Their location therefore varies.

 

Princess for a day with Cindarella, even custom designs and finishes, are there Cinderella in 2017?

Especially in southern Italy are very much sought after by brides who want to feel princesses for a day.

 

Have you ever been contacted by directors for a vintage movie?

Yes, often. Vintage movies and fiction, adapting the

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata